placeholder Gruppi di Acquisto Solidale  
spacer ·   Prima pagina   ·   Notizie   ·   Documenti   ·   Gruppi   ·   Links   ·   Da scaricare   ·   F.A.Q.   · spacer
  Giovedý, 14 Dicembre, 2017 - Ciao ospite
 
 

Menu principale
· www.economiasolidale.net

Risorse
· Cosa sono i Gas
· Per la stampa
· Documenti
· Da scaricare
· Video
· Bibliografia

Contatti
· E-mail
· Mailing-list

Altro
· Cerca nel sito

Archivi G.A.S.
· Archivio gruppi
· Archivio produttori autosegnalati

Online
Abbiamo 98 ospiti e 0 iscritti in linea.

Non siete registrati?
Potete farlo con un click qui.


Login
 



 


Registrazione

Recupero pwd smarrita.



14 FAMIGLIE NEL GAS DI COLLEBEATO (BS)

Il gruppo «Gassoso» si è costituito per l'acquisto solidale e sostenibile



Rassegna stampa Solidarietà con la «S» maiuscola a Collebeato. La tradizione è antica, ma si conferma attraverso canoni nuovi e diversi, spaziando in ambiti mondiali a dimostrazione che non esistono più barriere. Si chiama «Gassoso», il gruppo che si è di recente costituito per l'acquisto solidale e sostenibile di prodotti, in particolare di alimenti biologici.
L'iniziativa è nata dal locale Comitato per La Pace, impegnato sul territorio ad organizzare iniziative in grado di modificare una tendenza culturale consolidata verso il cosumismo. L'obiettivo finale restano l'aiuto ai popoli più deboli ed afflitti da enormi problemi sociali.
«Lo sfruttamento economico sta alla base della violenza e delle guerre - spiegano -. Per questo, occorre partire dalla gente e renderla protagonista e partecipe di un ampio processo di pace».

A Collebeato un gruppo di 14 famiglie si è organizzato per acquistare insieme prodotti biologici dai produttori, possibilmente del paese, ma che operano anche in campo provinciale.
La scelta è di opporsi al consumismo dilagante e alle multinazionali che, con la logica del profitto, stanno uccidendo la biodiversità, la qualità ed i piccoli produttori.
Il gruppo «Gassoso» guarda con grande interesse ai coltivatori sfruttati del Terzo e Quarto mondo con i quali le botteghe del commercio equo-solidale sono già in stretti rapporti.
L'attenzione va anche all'esperienza di una trentina di famiglie di Brescia che, dal 1997, ha avviato un progetto per ricercare aziende certificate sotto il profilo biologico che mettono a disposizione diversi prodotti (pane, frutta, formaggi, farine, vino, olio, miele, detersiivi) ad un prezzo equo.

Le 14 famiglie di Collebeato, primo embrione di una società diversa che si spera possa crescere, si rendono disponibili ad accoglierne di nuove. Basta accettare alcune regole basilari: la disponibilità alla collaborazione; una forte motivazione che permetta di superare eventuali disguidi o disagi iniziali; la convinzione che, talvolta, basta un granello di sabbia per
inceppare l'ingranaggio del consumare senza pensare agli altri.Il riferimento è all'80 per cento della popolazione mondiale che vive, o meglio cerca di sopravvivere, con il 17,3 per cento delle risorse complessive.

Per eventuali adesioni od informazioni telefonare a Paolo Manini 347.2400658, mainfa@tiscali.it.

[Fonte: Brescia Oggi - 17/04/2004]


Pubblicato da marcomunari.it il 17/04/2004
(18833 letture) | Versione stampabile | Invia |


Commenti
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti
Registrati.

 
pixel
Notizie - Gruppi - Istruzioni RSS - Disclaimer

Sito sviluppato con Postnuke, un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL | Web design by marcomunari.it